Recensione Tom Tom Spark ( Runner 2)

TomTom Spark (Runner 2)

199,99
TomTom Spark (Runner 2)
8

Design e Costruzione

7/10

    Display

    8/10

      Caratteristiche e OS

      9/10

        Monitoraggio

        9/10

          Batteria

          8/10

            Pros

            • MP3 senza smartphone
            • HRM di alta fascia
            • Fitness tracker integrato

            Cons

            • Mancano piani di allenamento
            • Design nella media

            Recensione completa smartwatch TomTom Spark: L’orologio GPS con HRM per runners appassionati di buona musica

            L’orologio Tom Tom Spark anche conosciuto come il Runner 2 è un GPS fitness smartwatch con musica e sensore cardio integrato che permette di lasciare lo smartphone a casa

            tom tom spark runner 2 recensione

             

            L’orologio Spark ha sensori in quantità, funzioni per monitorare attività da palestra, un buon riproduttore musicale, per chi ama allenarsi con le proprie playlist preferite, e un’autonomia più che valida: lo smartwatch TomTom Spark convince gli sportivi con la sua ampia dotazione di features.

            Presentato come una delle rivelazioni in ambito wearables all’IFA 2015 di Berlino, importante convention dedicata al mondo dell’elettronica di consumo, TomTom Spark è la risposta della società leader nella creazione di soluzioni per navigazione satellitare, alle proposte di FitBit e rivali, che stanno dimostrando sempre maggiore perizia nella scelta delle caratteristiche da offrire con i propri activity tracker da polso.

            TomTom Spark riesce ad offrirci, già ad un primo esame, le funzioni di cui chiunque desidera tenersi in forma, monitorando al contempo i propri progressi, ha bisogno: controllo e rilevazione dei battiti cardiaci, GPS integrato come il TomTom Runner Cardio, e lettore musicale MP3 integrato, per tutti coloro che volessero avere un fedele compagno a portata di mano durante escursioni in bici, jogging o comunque in tutte quelle situazioni in cui risulta particolarmente complicato avere con sé lo smartphone.


            Design e Caratteristiche

            spark caratteristiche recensione

            A differenza di alcune nuove alternative proposte da Apple, Samsung e FitBit, TomTom Spark presenta un display non touch, lungo il quale ci si può però spostare sfruttando un pratico D-pad a quattro direzioni, garantendo, nel complesso, un maggior livello di usabilità. La cassa del dispositivo può essere saldata con forza al cinturino in dotazione, impedendo allo smartwatch di sfilarsi durante l’attività fisica, caratteristica che certamente attribuisce a Spark un punto in più rispetto ai classici smartwatch per l’uso quotidiano in cui il fissaggio in una posizione precisa attorno al polso risulta essere più complicato.

            TomTom Spark non colpisce particolarmente per il suo design, essendo costituito da un quadrante in plastica nera su cui è montato un display LCD monocromatico: queste impressioni, apparentemente negative, svaniscono però in fretta quando scopriamo sul campo le capacità hardware dello sportwatch, di cui tratteremo dopo una rapida presentazione delle caratteristiche tecniche fondamentali.


            Scheda tecnica, caratteristiche e dettagli

            L’orologio GPS studiato per il fitness TomTom Spark presenta funzionalità a livello hardware e software abbastanza notevoli, a partire dalle 5 atmosfere di impermeabilità, rilevamento dell’attività fisica 24 giorni su sette, utile per metterci alla prova contro noi stessi per scoprire quanto siamo in grado di migliorarci nel tempo, ed ancora, impostazioni specifiche per il rilevamento delle ore di sonno e della qualità delle medesime, scoprendo così ciò che dobbiamo correggere delle nostre abitudini notturne.

            Il comparto hardware è soddisfacente, grazie al supporto per la trasmissione Bluetooth di dati e risultati delle rilevazioni relative all’attività giornaliera, seppure la mancanza di uno schermo più performante a livello cromatico incida sulle possibilità del dispositivo. Le dimensioni dello schermo, da 1,37 pollici, risultano più che sufficienti per una lettura veloce ed accurata delle informazioni mostrate in tempo reale, inoltre il sistema di menu, progettato per facilitare la selezione delle opzioni, si integra alla perfezione con l’intero dispositivo, rendendo TomTom Spark un device sicuramente molto user friendly per gli sportivi in generale, in quanto manipolabile agevolmente anche con mani sudate.


            TomTom Spark: Sports Tracking e Activity tracking

            Il Runner 2 TomTom può iniziare fin da subito a rilevare le abitudini atletiche quotidiane di chi lo indossa, grazie al monitor relativo alle distanze percorse camminando o correndo, monitorate in una maniera certamente interessante ossia attraverso il movimento delle nostre braccia, piuttosto che dipendere dalla misurazione rilevata tramite GPS integrato. I dati rilevati sono ovviamente sincronizzabili con il nostro smartphone; tuttavia la presentazione grafica ed il riepilogo (giornaliero, settimanale o mensile) sono attività consentite ancora più facilmente dalla buona organizzazione visuale di Spark, tracciando, oltre all’attività fisica vera e propria, anche il tempo dedicato al sonno.

            E’ però con Sports Tracking che TomTom Spark raggiunge l’apice delle sue possibilità, presentandoci le mille performances di uno smartwatch apparentemente non molto differente da quelli proposti da altre major. Spark è infatti in grado di convertirsi in un activity tracker all-in-one, in grado di rilevare le nostre performance individuali in un’ampio ventaglio di attività sportive differenti tra loro. Dalla corsa al ciclismo, passando per l’allenamento all’aria aperta o l’attività pesistica, Spark sarà sempre con noi per monitorare da vicino i nostri sforzi.

            Il compito è ovviamente facilitato dalla presenza di una GUI (interfaccia grafica) comprensibile a chiunque, anche a chi è nuovo nel mondo degli smartwatch: con uno swipe possiamo accedere facilmente alla lista delle attività sportive di nostro interesse, e trovare subito quella a cui ci stiamo dedicando, per iniziare a monitorarla.

            I parametri principali per la corsa e le altre attività fisiche (distanza, cadenza, tempo impiegato e frequenza cardiaca) vengono visualizzati con estrema velocità, permettendo analisi approfondite anche durante il movimento, con particolare rilevanza nei riguardi del programma di allenamento seguito, generalmente suddiviso in sessioni, così come dei limiti massimi di frequenza cardiaca dell’atleta impostabili: se, per qualsiasi ragione, capitasse di fuoriuscire da questo parametro, Spark ci avviserà, invitandoci a rallentare o comunque a moderare il passo e la respirazione.


            TomTom Spark: efficace rilevamento dei battiti cardiaci

            Sfruttando un nuovo sensore sviluppato da LifeQ, nuova società, che presenta, tra i suoi principali cavalli di battaglia, tecniche predittive alla base della risposta fisiologica umana alle sollecitazioni dell’attività sportiva, TomTom Spark trova nel rilevamento dei battiti cardiaci una delle sue principali ragioni d’essere. Tra tutti gli smartwatch che hanno vantato buone qualità di analisi ottica di tale parametro, il Runner 2 ha dimostrato nei test di non di non deviare mai al di fuori della soglia, neanche di un solo BPM, per quanto riguarda il valore raggiunto dall’atleta durante la performance sportiva.

            Si tratta di un risultato esclusivo nel mondo dei fitness tracker, e certamente una motivazione in più per continuare la nostra attività quotidiana in maggiore sicurezza.


            TomTom Spark: autonomia e conclusioni

            Arriviamo infine ad uno dei punti di maggiore rilevanza del TomTom Spark o Runner 2: l’autonomia. Nonostante la presenza di GPS e lettore audio, questo affidabile smartwatch consente fino a 11 ore di autonomia, se utilizzato con le funzioni di rilevamento satellitare attivate; passando a 2 settimane con i sensori di activity tracking attivati; per arrivare a ben 11 se utilizzato come semplice orologio.

            Per tutti i fattori elencati, stimiamo più che valido l’acquisto di TomTom Sparkun.

            13 pensieri riguardo “Recensione Tom Tom Spark ( Runner 2)

            • 13 aprile 2016 in 10:58
              Permalink

              Buongiorno,

              vorrei acquistare uno sport watch / activity tracker che vada bene per la corsa, il nuoto, la palestra, il trekking, con cardiofrequenzimetro integrato, oltre che con il monitoraggio del sonno e dell’attività svolta (il gps non mi interessa). Il mio budget non dovrebbe superare i 200 Euro.

              Ero inizialmente orientato sul vivosmart hr per l’ottimo rapporto qualità prezzo, ma mi sembra di aver capito che le rilevazioni durante la corsa risultino sballate (e quindi il monitoraggio generale dell’attività risulti altrettanto sballato); pertanto stavo guardando ad orologi più specificamente multisport e, in particolare, al tom tom runner 2 (miglior rapporto qualità prezzo).

              Al di là delle mie considerazioni (da profano in materia), voi quale prodotto consigliereste per le mie esigenze ?

              Grazie

              Risposta
              • 13 aprile 2016 in 12:06
                Permalink

                Alessandro,

                Il TomTom Spark è sicuramente un valido modello ed ha anche il GPS. Iniziamo però a fare una prima distinzione: di cosa hai bisogno in particolare ? Di un fitness tracker che ti faccia anche da orologio o un vero e proprio smartwatch/watchsport ?

                Risposta
                • 13 aprile 2016 in 12:27
                  Permalink

                  Ho innanzitutto bisogno di un fitness tracker (che faccia anche da orologio), che tenga monitorata l’attività che faccio durante tutta la settimana (corsa outdoor/indoor, palestra, nuoto e trekking), oltre sonno e calorie ovviamente.

                  Non sono interessato alle funzioni di uno smart watch (come notifiche mail, chiamate, musica ecc…).

                  Avevo guardato gli sport watch come il tom tom, solo come soluzioni maggiormente complete ed efficienti per il monitoraggio dell’attività

                  Risposta
            • 21 aprile 2016 in 9:44
              Permalink

              Sconsiglio vivamente questo orologio a quanti avessero anche solo una mezza idea di comprarlo.
              E’ una vera delusione per molti motivi.
              1) Il software di sincronizzazione non funziona con le nuove versioni di Android ed anche con le vecchie si collega solo saltuariamente.
              2) Si pianta spesso mentre si corre, soprattutto se si sta sentendo la musica costringendo a farlo ripartire ed azzerando tempo e distanza. Come aggravante si riesce a riattivarlo solo dopo qualche minuto. Lascio immaginare le imprecazioni e la deconcentrazione di chi sta facendo il suo allenamento o, peggio, una gara.
              3) I comandi non sono smart: è molto facile sbagliarsi durante la corsa, e resettarlo nel bel mezzo del percorso: uno screen di conferma sarebbe stato intelligente

              Risposta
            • 21 maggio 2016 in 16:55
              Permalink

              salve, premetto nel dire che ho solo 200 euro a disposizione vorrei un valido orologio cardiofrequenzimetro che mi possa iautare a monitorare battiti durante l’attività sportiva. cosa mi consigliate?

              Risposta
              • 23 maggio 2016 in 18:57
                Permalink

                Ciao Fede!

                Quale sport pratichi ? Cosa ti piacerebbe rilevare in particolare ?

                Risposta
            • 28 giugno 2016 in 14:34
              Permalink

              Ottimo articolo ed ottimo prodotto che penso acquisterò a breve. Attenzione al simpatico errore “rilevamento dell’attività fisica 24 giorni su sette” 🙂

              Risposta
            • 29 giugno 2016 in 23:44
              Permalink

              Salve, sono in dubbio da un po di giorni su quale dispositivo scegliere tra il TT Spark Cardio (senza la funzione mp3), Polar A360 e Fitbit Charge HR. Premetto che non mi interessa tanto il GPS, ma vorrei che non sia tanto ingombrante, facile utilizzo e che funzioni bene, che magari rilevi in automatico le varie attività sportive come corsa, bicicletta, allenamenti palestra, nuoto o il non fare niente tutto il giorno :D. Ho pensato al Spark, ma dalle recensioni mi sembrava un po grande e per approfittare della funzione per il monitoraggio del sonno non saprei se ci si riesce a dormire con esso al polso; Il Charge però non avrebbe il monitoraggio del ciclismo; Il Polar sembra avere un display lcd e non saprei se di giorno con il sole si vede abbastanza. Insomma mi serve un vostro parere su quale potrebbe essere migliore nonostante alcuni difetti o mancanze. Grazie in anticipo

              Risposta
            • 9 luglio 2016 in 15:34
              Permalink

              Buongiorno,
              Sono una ragazza e non so se scegliere tom tom spark con cardio o garmin vivoactive hr. Vorrei un orologio per utilizzare in diversi sport bici, corsa, camminate in montagna, ecc.. E che abbia monitoraggio del sonno e attività giornaliere. Voi cosa consigliate?

              Risposta
            • 13 luglio 2016 in 13:21
              Permalink

              Scusate ma dall’articolo sembra che Spark e Runner siano la stessa cosa invece sul sito TomTom specificano che lo Spark ha funzionalità più adatte al rilevamento dell’attività quotidiana (il numero di passi, i minuti di attività, le ore di sonno), mentre il Runner dovrebbe essere più adatto a chi corre (appunto runner) anche se esteticamente sono ugali.
              Vi risulta?
              Grazie.

              Risposta
            • 20 luglio 2016 in 18:03
              Permalink

              Dal sito TomTom

              “Spark è dedicato alle persone interessate al rilevamento dell’attività quotidiana, ad esempio il numero di passi, i minuti di attività, le ore di sonno e le calorie bruciate, nonché alle attività sportive: il suo design consente di indossarlo ogni giorno in qualsiasi occasione. Puoi trovarlo nei negozi di elettronica.

              Runner 2 è dedicato agli amanti della corsa: il suo design lo rende ideale per la corsa e per altre attività di fitness, con colori più accesi. Puoi trovarlo nei negozi di articoli sportivi.

              Gli orologi hanno lo stesso hardware e software.”

              Sono uguali apparte per il discorso della forma dell’orologio che puo’ o meno adattarsi al polso!

              Risposta
            • 20 agosto 2016 in 19:01
              Permalink

              Salve, sono alla ricerca di uno smartwatch + gps sui 150 euro che permetta di monitorare il windsurf. Quindi velocità max e vel. media su intervalli di 5 sec. (5, 10, 15, 30 sec.) oltre che sul singolo bordo.
              Magari sapere la velocità in nodi e non in km/h… e chiaramente vedere i percorsi sulle mappe.
              Ovviamente sarebbe meglio un dispositivo sigillato come mi pare essere il garmin vivo active e impermeabile minimo 5 atm. Esiste qualcosa ip68?
              Grazie mille
              Fabio

              Risposta
            • 1 dicembre 2016 in 17:16
              Permalink

              Salve, sarei interessato allo Spark, pratico nuoto e vorrei sapere se è compatibile con l’Iphone.
              Grazie!

              Risposta

            Lascia un commento

            Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *