Polar M400 Recensione

Orologio Polar M400

Orologio Polar M400
8

Design e Costruzione

8/10

Display

7/10

Caratteristiche e OS

9/10

Monitoraggio

9/10

Batteria

8/10

Pros

  • GPS
  • Cardio*
  • Monitoraggio 360°
  • Sport/Allenamento
  • Qualità Polar

Cons

  • No sensore da scarpa*
  • Cardio*
  • Accessori

Recensione dell’orologio da corsa Polar M400

L’orologio da running della Polar stupisce con le sue caratteristiche molto smart ad un prezzo economico.

 recensione prezzo polar m400

L’M400 è uno dei primi orologi da fitness a colmare il divario tra smartwatch con GPS e activity band. Non lasciatevi ingannare – il Polar M400 è uno dei migliori orologi per lo sport in circolazione, soprattutto per il prezzo – €200 euro il prezzo ufficiale, meno di 125€ euro il prezzo su Amazon con sensore di frequenza cardiaca incluso.La casa costruttrice Polar ha una notevole esperienza nel mondo della tecnologica per il monitoraggio della frequenza cardiaca, e nella progettazione di questo indossabile ha messo in gioco tutta la propria conoscenza per realizzare un prodotto adatto a qualsiasi sportivo che è veramente di qualità. Come con i diretti concorrenti – il FitBit Surge e il Basis Peak- lo smartwatch della Polar ha inoltre tutte le caratteristiche di una fitness band per un controllo a 360° dell’attività sportiva. Continua a leggere la nostra recensione per scoprire le istruzioni, le caratteristiche, i colori ed i tanti sport disponibili come il ciclismo.


Polar M400:Design e Costruzione

recensioni polar m400

Nonostante il Polar M400 riesca a monitorare perfino la corsa a cavallo, l’orologio è stato costruito principalmente come un dispositivo intelligente per ciclisti e runner di qualsiasi livello. Rispetto al fratello maggiore – il Polar V800 – questo orologio intelligente m400 è più piccolo ed ergonomico, il cinturino è più comodo al polso anche se il display ha dimensioni inferiori. Il contrasto dello schermo è eccellente, è molto facile leggere e visualizzare le nostre statistiche anche in presenza di luce diretta, complici anche i caratteri testuali che sono grandi.

Molti orologi da corsa con GPS integrato hanno un unico cavo di ricarica USB, ed il Polar non fa eccezione, ma nonostante questo è stato costruito per essere resistente all’acqua fino a 30 metri di profondità, rendendolo un dispositivo adatto anche ai nuotatori.

Lo smartwatch pesa solamente 56.6g e misura 11.5mm di spessore – abbiamo recensito anche orologi da corsa più piccoli ma crediamo che le dimensioni di questo orologio siano equilibrate per unire comfort e usabilità.Abbiamo apprezzato particolarmente la capacità di questo indossabile di illuminarsi al buio – premendo il pulsante fisico posizionato in alto a sinistra sarà possibile far illuminare lo schermo per una completa leggibilità durante gli allenamenti notturni.


Recensione Polar M400: Cardiofrequenzimetro

 

polar m400 con fascia cardio

Il Polar M400 funziona con il rilevatore cardio – cardiofrequenzimetro – che è una fascia da mettere al torace, preciso e semplice da configurare. La rilevazione del battito cardiaco viene effettuata tramite questa classica fascia da petto attraverso il sensore toracico h7 . Il modello in offerta su Amazon oltre ad offrire il miglior prezzo integra anche la fascia cardiaca che serve per monitorare i bpm.

Il sensore di attività cardiaca non è integrato (interno) all’orologio Polar M400,  ma è esterno applicato alla fascia da indossare sul torace e comunica bluetooth con l’orologio. Se nella confezione è specificato anche HR, allora oltre a ricevere l’orologio riceverete anche la fascia con il sensore dei battiti. La fascia cardiaca è regolabile e solitamente ha misure standard, calcolate che una fascia da 80-95 cm è indicata per una corporatura robusta.

Il Polar M400 permette di creare diversi profili sport ( uno per ogni tipologia di attività) e visualizzare statistiche e informazioni personalizzate per ogni sport praticato – compresa la frequenza cardiaca. Dopo l’allenamento si possono scaricare tutti i dati su PC attraverso il software PolarFlow – compresi quelli sulla frequenza cardiaca che può essere anche confrontata con i dati della distanza percorsa in Km. I grafici che ci appariranno sul computer sono molto dettagliati, sopratutto per quello che riguarda i bpm, che possono anche essere visualizzati nelle varie fasce d’allenamento.

Possiamo anche scegliere di abilitare o disabilitare a piacimento la funzione cardio per tutti i profili sport impostati sul Polar M400 – in questo senso l’orologio legge il battito cardiaco ed il consumo calorico per tutti i tipi di sport – dalla sacca da boxe alla bicicletta.

Per chi avesse dubbi sulla accuratezza del monitoraggio della frequenza cardio del Polar, possiamo solo dirvi che è veramente preciso e ancora una volta Polar dimostra una grandissima esperienza nella progettazione di dispositivi di alta qualità costruttiva.

polar m400 recensione italiano
Anche senza scaricare i dati sul computer è possibile visualizzare una panoramica dell’allenamento e avere immediatamente un’analisi della prestazione appena conclusa – il Polar m400 offre sempre un riscontro dei risultati ottenuti.Appena svegli ricordiamoci di effettuare il test a riposo per valutare il nostro VOmax per un corretto monitoraggio dell’attività cardiaca.

Non è possibile usare però ad esempio la fascia H7 contemporaneamente con l’M400 e uno smartphone con l’ applicazione Polar Beat  perché il Bluethoot accetta una singolo device alla volta


Polar M400: Caratteristiche e Funzionalità

recensione polar m400 caratteristiche

Iniziamo parlando dell’attività di monitoraggio offerta da questo orologio da corsa: naturalmente troviamo la distanza, i passi, l’altitudine e le calorie bruciate. L’accelerometro interno terrà traccia di ogni attività e del sonno. Il modello non è dotato di altimetro ma nonostante questo possiede una funzione di avviso per inattività, un alert praticamente, che farà suonare l’orologio dopo molto tempo passato in non-attività.

Restando in tema di alert, è possibile impostare il parziale automatico per far emettere all’orologio un segnale sonoro ad ogni giro. Per chi volesse impostare degli avvisi o segnali al superamento di soglie cardio o di velocità, tutto questo è sempre possibile con il Polar M400.

Nelle istruzioni del Polar M400 si parla anche di dislivello e altitudine, infatti quando si abilità il GPS per qualsiasi tipologia di sport, l’altitudine è rilevata automaticamente cosi come il dislivello massimo durante l’allenamento direttamente sullo schermo.

Il valore aggiunto di questo orologio da corsa con GPS è la possibilità di visualizzare le statistiche sia in tempo reale, mentre si corre ad esempio, sia ad allenamento terminato – o sul computer o direttamente sull’orologio. Registra ad esempio i tempi ogni km con statistiche in tempo reale su distanza e tempistiche, e come abbiamo accennato prima è possibile impostare un avviso dopo ogni kilometro o frequenza cardiaca.

Tutti le categorie di interesse ( Bpm, distanza, cardio, calorie ecc..) sono visibili in tempo reale sul display dell’orologio però prima bisogna configurare le proprie schermate con i dati che ci interessano principalmente poichè la visualizzazione delle informazioni sarà a blocchi – prima la distanza, poi i battiti, l’altezza ecc..

Da leggere: Usi Runtastic ? Allora il Runtastic Orbit fa al caso tuo!

Tramite il software Polar Flow è facile scegliere diverse soluzioni di utilizzo durante la sessione di allenamento. Noi di SmartwatchPro ad esempio abbiamo scelto di mostrare contemporaneamente: calorie, distanza e frequenza cardiaca  e velocità – resta comunque possibile scegliere più di una soluzione e cambiarle con un tocco durante l’allenamento.

polar m400 cardiofrequenzimetro

Per chi pratica palestra, o si allena al chiuso, è utile attivare direttamente dallo smartwatch il profilo “attività indoor” nel quale il GPS è disattivato di default. Niente più sprechi di batteria quindi potendo disabilitare facilmente il GPS per ogni categoria di sport.
Ci sono programmi per qualunque tipologia di attività sportiva o allenamento, tra cui sala attrezzi in palestra, spinning, ciclismo, corsa e perfino corse a cavallo – tra i profili sport disponibili sul software Polar, noi di SmartwatchPro abbiamo anche trovato il biathlon.

La funzionalità da activity tracker, che misura l’attività 24/7,  compresi calorie ed passi, funziona anche senza fascia cardio ovviamente attraverso un rilevatore interno. L’accelerometro però, usato insieme al GPS e alla fascia cardio permette di ricevere informazioni più accurate come la percentuale di grasso bruciato e la distanza al metro. Non è necessario portarsi dietro lo smartphone quando si va a correre poiché una volta terminato l’allenamento sarà possibile sincronizzare il telefono con l’orologio per vedere le statistiche ed i dati direttamente sull’app del cellulare.

E’ possibile impostare obiettivi di allenamento dettagliati, ad esempio allenamenti a intervalli, e sincronizzali sul dispositivo – per chi ha programmi di corsa integrati o alternati questo strumento è veramente utile, da questo momento registrare le proprie ripetute o serie non sarà un problema – e per le statistiche dettagliate c’è il software Power Flow.

Nel manuale, nelle istruzioni c’è scritto che l’orologio resiste fino a 30 metri, è quindi completamente resistente all’acqua per l’utilizzo in mare o in piscina.


Polar M400: Compatibilità, Notifiche, Applicazioni

recensione polar m400

L’orologio Polar M400 è compatibile con tutti gli smartphone iPhone 4S e successivi e con dispositivi Android con Android 4.3 o successivi . La funzionalità delle notifiche – la funzione Smart Notifications – è attualmente disponibile solo per dispositivi iOS 7.0 e successivi . Attraverso le notifiche “Smart” sarà possibile visualizzare sul display dell’M400 le chiamate, i messaggi e le notifiche ricevute sul proprio smartphone. Attualmente è in fase progettazione un sistema di ricezione di notifiche per i cellulari Android. Cosi come è anche in progettazione il sensore da scarpa che al momento non si può collegare ma dovrebbe essere in arrivo un update che lo permetterà molto presto.

Per sfruttare al massimo le potenzialità dell’orologio Polar è necessario scaricare il software della Polar: prima cosa devi creare un account sul portale Polar.com, poi devi scaricare ed installare Polar FlowSync dopodiché tramite cavo USB fornito insieme all’indossabile lo colleghi lo al computer.

Una volta stabilità la connessione ovvero sincronizzato sarai reindirizzato verso il portale Polar Flow a cui accedi tramite le credenziali che hai immesso durante la fase di registrazione. Una volta entrato nel diario personale delle attività puoi sceglierne una, personalizzarla e scaricarla.

L’orologio supporta anche la lingua italiana, per installarla è necessario utilizzare il software Polar FlowSync, accennato in precedenza. In ogni caso nella confezione sono presenti le istruzioni cartacee per eseguire tale operazione oppure basta seguire la procedura indicata qui o altrimenti può esserti comodo questo video di spiegazione.

 

Continuando con le funzionalità extra del Polar M400 introduciamo la funzione auto start/stop ed auto lap preimpostata a 1 km ma personalizzabile. Inoltre nell’ultimo aggiornamento è stata inserita la modalità sportzones. C’è una funzione chiamata Timer Alternati che può essere programmata per le ripetute con distanza e tempi di recupero. Se vogliamo, possiamo anche scaricare i log degli allenamenti in formato gpx e utilizzare altri sw di visualizzazione, scaricandoli direttamente nel proprio sw attraverso il software Polar Flow per esportare i nostri percorsi.

Non è sincronizzabile con l’app Runtastic ma in realtà non ce n’è affatto bisogno in quanto attraverso il software PolarFlow abbiamo la possibilità di rivedere tutte le nostre statistiche su Pc, smartphone o tablet.

La mappa dei percorsi non si può visualizzare sul display dell’orologio, la si può vedere dallo smartphone una volta collegato tramite connettività bluetooth. Tramite il programma per cellulari ed il software per PC è possibile visualizzare la mappatura dei percorsi effettuati ad ogni sessione – per fare questo basta andare sulla sessione appena registrata per far apparire la mappa con relativi percorsi.


Recensione Polar M400: Batteria e ricarica

Una carica piena dell’ M400 ci regalerà ben otto ore di tracciamento GPS continuo – sotto questo aspetto l’orologio Polar è molto competitivo ed in linea con i diretti concorrenti. Per l’allenamento giorno per giorno, insieme alla modalità classica orologio, l’indossabile può arrivare anche a 21 giorni di utilizzo, che è molto di più rispetto alla durata di una semplice banda da fitness. Per la ricarica si può utilizzare il cavo USB in dotazione.

53 pensieri riguardo “Polar M400 Recensione

  • 8 dicembre 2015 in 19:09
    Permalink

    Gli avvisi sonori sono molto bassi che durante lo sport non si avvertono anche se impostati su volume massimo. Inoltre le sessioni non si possono condividere sulla piattaforma myfitnesspal, ma solo su facebook.

    Risposta
  • 27 dicembre 2015 in 14:29
    Permalink

    In tanti dicono che si con il sudore si ossida la presa usb sull’orologio e non si riesce più a scaricare i dati e neanche a ricaricare la batteria è vero???

    Risposta
    • 2 gennaio 2016 in 16:20
      Permalink

      Ciao Mirco,

      L’ossidazione della parte metallica della USB è un fenomeno molto raro, ed comunque è legato ad una sudorazione molto abbondante.

      Risposta
    • 5 giugno 2016 in 19:06
      Permalink

      Putroppo è quello che sta accadendo al mio Polar M400: la mia connessione usb fa sempre più fatica. Temo che tra un po’ la perderò definitivamente e non so proprio cosa fare. L’attacco è veramente pessimo: una lamella infinitesima per nulla robusta. Speriamo bene

      Risposta
      • 4 dicembre 2016 in 21:30
        Permalink

        Io con grande stupore ho spedito a Bologna centro assistenza il mio M400 con il tuo stesso prolema dopo due giorni me ne tornato indietro uno nuovo Direi che questa è serietà.

        Risposta
    • 16 ottobre 2016 in 23:32
      Permalink

      Ciao Mirco, l’orologio è stupendo, ma i tuoi timori sono fondati: lo uso da 9 mesi, sudo pochissimo, ma la sincronizzazione dati con il pc è già difficoltosa ora. Spero tenga, ma non ci spero molto.

      Risposta
  • 28 dicembre 2015 in 21:12
    Permalink

    Ho appena acquistato un polar m400. Ho scoperto però che le notifiche non compaiono in allenamento. In futuro sarà possibile ?

    Risposta
    • 2 gennaio 2016 in 16:23
      Permalink

      Alberto,

      Questa è una funzionalità già in cantiere della Polar da un bel po di tempo, speriamo di vederla presto!

      Risposta
      • 29 gennaio 2016 in 20:38
        Permalink

        Da quello che ho capito è una scelta di Polar quella di non “disturbare” gli allenamenti con le notifiche, ad eccezzione di quelle di chiamata. Io ho scritto su facebook per chiedere di poterle attivare anche in fase di allenamento, ma dalla risposta non ho avuto l’impressione che fossero intenzionati a fare la modifica. Magari se gli scriviamo in tanti… 🙂
        Tu hai avuto informazioni diverse?

        Risposta
        • 2 febbraio 2016 in 0:37
          Permalink

          Umberto,

          Per questo momento non è previsto nulla, anche se è un vero peccato!

          Risposta
  • 20 gennaio 2016 in 8:46
    Permalink

    sarà possibile un giorno poter avere anche la connessione a sensori di cadenza per bici su questo device ?

    Risposta
    • 21 gennaio 2016 in 18:25
      Permalink

      Andrea,

      Anche se non ci sono notizie ufficiali dalla Polar, quella che richiedi è una funzionalità molto richiesta quindi si spera venga presto inserita con l’aggiornamento del firmware

      Risposta
  • 29 gennaio 2016 in 10:14
    Permalink

    Il prezzo su Amazon mi sembra ben diverso da quello riportato da Voi. Forse a quel prezzo si trova senza fascia cardio…

    Risposta
    • 29 gennaio 2016 in 12:52
      Permalink

      Luca,

      Il miglior prezzo che abbiamo trovato fino ad ora è quello su Amazon: Il modello senza fascia cardiaca è sceso a €112 euro da €125 e quello con fascia inclusa è sceso a €148 mentre prima era €157. Puoi trovare entrambi i modelli in sconto QUI

      Risposta
  • 31 gennaio 2016 in 19:37
    Permalink

    Ciao, non riesco ad impostare i segnali acustici al superamento di soglie cardio. Come si fà.
    Antonio

    Risposta
    • 2 febbraio 2016 in 0:36
      Permalink

      Antonio,

      Che versione del Polar m400 stai usando?

      Risposta
  • 22 febbraio 2016 in 11:28
    Permalink

    Ciao! vorrei sapere se l’m400 ha anche la funzione nuoto in piscina chiusa. Conta le vasche? i metri fatti? oppure niente?
    fabio

    Risposta
  • 23 febbraio 2016 in 8:33
    Permalink

    Ho avuto modo di notare che la velocità indicata non è corretta, di norma, sovrastimata.

    Risposta
  • 1 marzo 2016 in 22:12
    Permalink

    È possibile utilizzare la funxione cronometro inteso senza gps..per esempio per ripetute in pista????

    Risposta
  • 3 marzo 2016 in 22:20
    Permalink

    Il mio Polar M 400 ha un segnale bassissimo e su un percorso segnato con rotella metrica di 500 mt. segna 470 mt….

    Risposta
  • 7 marzo 2016 in 16:59
    Permalink

    Qualcuno mi può spiegare come posso rivedere i dati dell’allenamenti che ho scaricato dal M400 al programma Polar Flow. La sincronizzazione viene fatta regolarmente e i dati scaricati, mai io non capisco dove devo cercarli. Grazie dell’aiuto.
    Riccardo

    Risposta
  • 10 marzo 2016 in 23:14
    Permalink

    Vai nel calendario e premi il triangolo, partira’ il video del tuo allenamento.

    Risposta
  • 11 marzo 2016 in 13:46
    Permalink

    Ciao, volevo chiedervi perchè trovo sempre una differenza di qualche centinaia di Mt tra il gps del telefono(app runtastic pro) ed il polar m400?
    In media sono circa 150mt ogni 10 km,può essere che i due dispositivi si disturbano a vicenda?Polar tra i due è quello che conta meno strada.

    Grazie

    Risposta
    • 20 agosto 2016 in 23:38
      Permalink

      Runtustic, che usavo fino a poco fa, secondo me sovrastima la distanza (almeno con il gps del mio telefono). Ho avuto modo di confrontare con altre app (strava e nike run). Direi circa 100 m in più ogni 5 km.
      Ora sono passato a polar m400 e ho notato che anche in questo caso tra polar e runtastic c é una piccola differenza, sempre con Runtastic che sovrastima. Mi vien da pensare che sia un probelma di runtastic non di polar.

      Risposta
  • 19 marzo 2016 in 0:20
    Permalink

    Salve
    Ad oggi le notifiche tipo chiamata , sms etc con Android 5 sono visibili sul m 400?
    Grazie

    Risposta
  • 27 marzo 2016 in 21:20
    Permalink

    Nell’attività in piscina rileva anche la distanza percorsa?
    Grazie

    Risposta
    • 4 gennaio 2017 in 8:51
      Permalink

      Uso quotidianamente il mio polar m400 anche quando non faccio sport ….. oramai siamo inseparabili . È un amico discreto il gps un portento la batteria idem ….. gli manca di fare il caffè . Se proprio devo trovargli un neo…. devo per forza usare la fascia toracica per il rilevamento dei battiti cardiaci. Ormai però l’amicizia è tale da rendere questa pecca superflua….#polar m400 barbara

      Risposta
  • 1 aprile 2016 in 21:35
    Permalink

    ciao, ho il Polar M400 da meno di 3 mesi. Purtroppo dalla scorsa settimana, senza motivo apparente, non va più l’activity tracker, mi dà sempre 0%, anche a fine giornata. Ho provato a risincronizzare i miei dati tramite Power Flow, ma niente. E’ un problema dell’accelerometro? Come si può risolvere?

    Risposta
  • 2 aprile 2016 in 15:30
    Permalink

    Buongiorno ragazzi , io ho acquistato da poco il polar m400 , e devo dire che sono molto soddisfatto, l’unica cosa che mi lascia perplesso, e che nn c’è nessuna protezione sulla presa USB, quindi se dopo aver corso per 15km, rientro e faccio la doccia, c’è il rischio che lo rovini ??

    Risposta
    • 18 aprile 2016 in 10:20
      Permalink

      Inizialmente il Polar M400 aveva un “gommino” a protezione della presa USB. Successivamennte questo è stato tolto in quanto il sudore prodotto dal polso andava ad ossidare, a lungo andare, la presa USB rendendola inutilizzabile.
      Ovviamente al termine di ogni sessione di allenamento la presa USB va risciacquata accuratamente sotto acqua corrente. Poi, una volta fatta asciugare perfettamente, lo si potrà collegare al PC per scaricare la sessione di allenamento.
      N.B: il Polar M400 e quindi anche la presa USB è resistente all’acqua. L’unica raccomandazione è farla asciugare accuratamente dopo ogni lavaggio.

      Risposta
  • 8 aprile 2016 in 23:17
    Permalink

    Ciao atutti, visto che il polar m400 è in commercio da molto tempo è lecito aspettarsi a breve l’uscita di un nuovo modello? Vorrei acquistarlo ma non vorrei trovarmi con un prodotto già abbastanza datato

    Risposta
  • 10 aprile 2016 in 15:25
    Permalink

    Ciao a tutti!
    Ma come si spegne il polar m400.
    O non c’è questa possibilità e bisogna caricarlo spesso?
    Grazie

    Risposta
  • 12 aprile 2016 in 8:23
    Permalink

    Ho comprato polar m400 senza fascia perché gia tengo una fascia polar bluetooth ma non riesco a collegarla mi sapete spiegare il perché? Ho notato che quella che esce dalla confezione polar m400 a differenza della mia sta scritto bluetooth smart..sarà questa la motivazione o faccio io qualche errore grazie in anticipo

    Risposta
    • 10 giugno 2016 in 8:13
      Permalink

      Si è proprio questo il problema, la fascia deve essere bluetooth smart, infatti anch’io ho comprato il polar m400 senza fascia in quanto già ne avevo bluetooth smart di un’altra marca e si collega benissimo

      Risposta
  • 3 giugno 2016 in 12:44
    Permalink

    L’M400 è veramente ottimo, ma esiste un suo “gemello” prodotto da Garmin?? Grazie a tutti!

    Risposta
  • 10 giugno 2016 in 8:08
    Permalink

    Salve. Posso utilizzare il polar m400 per far nuoto al mare? Se si, devo risciacquare subito o posso farlo anche dopo qualche ora? Grazie

    Risposta
  • 11 giugno 2016 in 21:38
    Permalink

    Io ho un m400 da sei mesi….sono molto contenta ma da qualche settimana non funziona più la rilevazione del battito. ho anche cambiato fascia. niente: l’orologio sembra non rilevare più il cardiofrequenzimetro nonostante abbia seguito tutti gli accorgimenti relativi alla pulizia ed al bagnamento della fascia prima della corsa. Hai qualche consiglio? grazie. Anna

    Risposta
  • 28 luglio 2016 in 14:19
    Permalink

    scusate una domanda .. ma senza fascia , portandolo al polso normalmente segna il battito cardiaco .. oppure devo sempre indossare questa fascia in che funzione lo devo mettere .. non sono un atleta faccio solo lunghe camminate scusate la mia ignoranza ma i miei 72 anni sono alle prime armi con i cardiofrequenazimetri ..

    Risposta
    • 2 dicembre 2016 in 12:01
      Permalink

      No, senza fascia non segna il battito.

      Risposta
  • 2 agosto 2016 in 20:20
    Permalink

    Sto valutando di prendere questo orologio, ho avuto in passato cardio polar ed è sempre stato perfetto! Adesso leggendo i commenti ho dei dubbi sulla presa usb..e soprattutto posso usarlo Senza lo smartphone dietro? Grazie

    Risposta
    • 20 agosto 2016 in 23:41
      Permalink

      Lo uso da poco quindi sull ossidazione della usb non ti so dire. Per quanto riguarda lo smartphone, sí, lo puoi lasciare a casa. Terminata la sessione scarichi via bluetooth tutti i dati sull app.

      Risposta
    • 15 settembre 2016 in 7:58
      Permalink

      Si, puoi usarlo senza smartphone. Per quanto riguarda la presa USB, non posso garantire nulla. Per la mia esperienza però, con 3/4 uscite RUN in quasi un anno di utilizzo e minimo 1 ora per workout, a me la presa non ha ancora dato problemi.

      Risposta
  • 5 ottobre 2016 in 20:08
    Permalink

    Ciao a tutti, è possibile usare l’M400 escludendo il GPS e monitorando CONTEMPORANEAMENTE battito e dati dal sensore scarpa oppure battito e velocità da sensore bici? Ovvero come si faceva col vecchio Polar S625X o S725X ?
    Grazie!

    Risposta
  • 26 ottobre 2016 in 15:41
    Permalink

    Con il Polar m400 mi trovo bene tranne che per il trasferimento dei dati, nove volte su dieci non riesco a sincronizzarlo per scaricare i dati, mi dice che non riconosce il dispositivo. Questa cosa è molto fastidiosa perchè mi fa perdere tanto tempo e spesso non riesco a scaricare i dati quando mi occorre. Con il garmin non ho mai avuto problema sullo scarico dei dati. Sono giorni che non riesco ad eseguire questa operazione cosa devo fare?

    Risposta
  • 27 ottobre 2016 in 13:16
    Permalink

    SONO SEMPRE JULI(commentato il 26/10/16) per maggior precisione l’orologio si carica ma non mi scarica i dati x me essenziali, sulla schermata appare sempre la seguente dicitura “DISPOSITIVO USB NON RICONOSCIUTO L’ultimo dispositivo USB collegato al computer non funziona e non è stato riconosciuto”. Vi prego inviarmi la soluzione al più presto in quanto sto terminando la preparazione di una maratona ed i dati mi occorrono.
    Grazie

    Risposta
  • 9 novembre 2016 in 12:30
    Permalink

    Nulla da eccepire sulla qualità del prodotto. Il difetto più notevole, a mio avviso, è la mancanza di una protezione antigraffio sullo schermo; problema cui si può ovviare ritagliando nella misura adatta una protezione di un’altro apparecchio tipo smartphone. Come sempre, vi sono altri piccoli contrattempi, risolvibili con la pazienza necessaria a leggere il manuale d’istruzioni…

    Tuttavia l’impossibilità di sostituire la batteria è una scelta assolutamente sbagliata, perché non esistono reali motivi tecnici per non prevederne la possibilità.
    Nel mio caso dopo circa 12 mesi di uso quotidiano non eccessivamente intensivo la batteria stenta a raggiungere le 4 ore di funzionamento e quindi non consente la registrazione integrale dei dati durante un’escursione che superi tale durata. Il servizio di assistenza mi assicura che, essendo il prodotto in garanzia, verrà sostituito. Ma dico: un gioiellino così, che è una vera e propria piccola meraviglia della tecnologia, dev’essere buttato anche se funziona perfettamente? Si tratta di una politica commerciale miope: magari alla Polar pensano che in questo modo venderanno più M400, ma non è quello che ci si aspetta da un’azienda attenta alla sostenibilità. E dai, continuiamo a farci male…

    Risposta
  • 24 dicembre 2016 in 17:34
    Permalink

    Ciao ho acquistato un polar M400 con fascia cardio ma nella confezione non c’è batteria, possibile non sia in dotazione? Ciao Grazie

    Risposta
  • 25 gennaio 2017 in 19:20
    Permalink

    ho comprato polar m400 come funziona l altimetro?come devo fare x vedere l altezza in cui mi trovo? grazie x l aiuto

    Risposta
  • 1 febbraio 2017 in 14:22
    Permalink

    il gps funziona anche durante una passeggiata tracciandola o interviene il rilevatore di movimento del polso molto meno preciso come un comunissimo contapassi ?

    Risposta
  • 23 maggio 2017 in 12:22
    Permalink

    Ho appena acquistato un POLAR M400. E’ possibile monitore l’altitudine in corso durante l’allenamento? Grazie

    Risposta
  • 26 giugno 2017 in 18:52
    Permalink

    COMPRATO OTTOBRE 2016 M400 POLAR NON LO CONSIGLIO PER CHI NUOTA IN ACQUE LIBERE PERDE IL SEGNALE AD OGNI BRACCIATA IL GPS QUINDI TRAIETTORIA E METRAGGIO COMPLETAMENTE FALSATI

    Risposta
  • 4 luglio 2017 in 11:16
    Permalink

    Salve ma è possibile che io non riesca ad impostare M400 una soglia cardio oltre la quale l apparecchio mi avvisi?
    Mi pare assurdo e di questo non ne sono Affatto contento perché questa è una funzione base che possedeva anche il mio cardiofrequenzimetro da 25 euro e che è per me indispensabile. Delusione totale.

    Risposta
  • 11 luglio 2017 in 20:12
    Permalink

    Il citolino è in gomma come Garmin e timex? Su quelli dopo 2 anni al massimo si spezza.
    Nessuno ne ha testato la resistenza anche in base a modelli precedenti?
    Le ripetute possono essere miste, cioè distanza tempo o viceversa?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *