Recensione Huawei Fit

Huawei Fit

Huawei Fit
78

Design e Costruzione

8/10

    Display

    7/10

      Caratteristiche e OS

      7/10

        Monitoraggio

        9/10

          Batteria

          9/10

            Pros

            • Leggero e sottile
            • HRM accurato
            • Batteria lunga durata
            • Prezzo

            Cons

            • Display sotto la media
            • Compatibilità

            Ecco Huawei Fit, il fitness tracker con funzioni da smartwatch economico ed essenziale

            Huawei ci riprova e presenta un altro dispositivo wereable, questa volta un fitness tracker che conferma il buon lavoro dell’azienda cinese con un prodotto con un ottimo rapporto qualità/prezzo, ma che sembra uno smartwatch.

            Fitness tracker Huawei Fit

            In questa recensione vedremo ed analizzeremo il fitness tracker Huawei Fit, un modello economico, dal design semplice e per questo apparentemente senza troppe pretese. Non è il primo dispositivo wearable della nota e prestigiosa società cinese che, nel corso degli ultimi anni, ha fatto enormi progressi nel campo dei dispositivi mobile (soprattutto smartphone) e che prova a confermarsi, dopo il Huawei Smartwatch anche in questo settore. Vediamo cosa offre questo fitness tracker e come risponde durante l’utilizzo.

            Design e Costruzione

            Design Huawei Fit

            Come anticipato il fitness tracker Huawei Fit ha un design molto semplice, pulito e lineare. Il quadrante tondo con cassa in alluminio satinato è disponibile nei colori blu, nero e arancione ed ha un peso di circa 35g, uno dei più leggeri tra quelli presenti sul mercato. Anche a livello di ingombro è davvero molto sobrio e comodo al polso. I cinturini sono sostituibili con quelli reperibili in qualsiasi gioielleria, ma sia a livello di estetica che di comodità sono da preferirvi sempre quelli in polimero gommato, come quello fornito in dotazione.

            Sul retro della cassa sono presenti sia il sensore HR per il monitoraggio del battito cardiaco che i pin per il connettore della ricarica. Questo però richiede necessariamente la base magnetica ed è un po’ scomodo come sistema da viaggio.

             

            Display Huawei Fit

            Il display

            Il display dell’Huawei Fit, da 1.04 pollici e una risoluzione di 208×208 pixel, è always on (sempre accesso), in bianco e nero (e-ink) ed è realizzato con protezione Gorilla Glass 3, un ottimo valore aggiunto per un dispositivo chiamato ad essere utilizzato per l’utilizzo durante l’attività sportiva, quindi messo continuamente sotto stress.

            La visibilità è ottima in qualsiasi condizione, sia di giorno riflettendo la luce solare, sia di notte grazie alla retroilluminazione che si attiva con il sensore di luminosità posto sotto il vetro. Unica pecca è quella della reattività ai comandi. Non essendo uno schermo AMOLED (o LCD) non risponde sempre ottimamente ai comandi che, negli swipe tra i vari menu, dovranno essere precisi per essere percepiti. Se utilizzato sotto la doccia, ad esempio, le gocce d’acqua vengono a volte scambiate per dei tap sullo schermo.

            Non sono presenti tasti fisici e l’unico controllo del dispositivo è con il tap sul display. È presente un tasto reset, per le emergenze, posto sotto i pin di ricarica, qualora il software dovesse avere qualche problema.

            Hardware Huawei Fit

            Caratteristiche tecniche

            Dal punto di vista hardware arrivano le altre sorprese, positive, del tracker Huawei Fit. Scopriamole insieme. Per quel che riguarda i sensori troviamo l’accelerometro, il motore di vibrazione, il giroscopio e il sensore per il battito cardiaco.

            Interessante è la certificazione IP68 con una resistenza all’acqua fino a 5ATm, utilizzabile tranquillamente anche sotto la doccia e per gli sport d’acqua; non a casa è presente una funzione specifica per il monitoraggio del nuoto.

            Autonomia Huawei Fit

            Autonomia e ricarica

            La batteria di cui è dotato l’Huawei Fit è da 80mAh e garantisce un’autonomia che può raggiungere anche i 5 giorni, molto ovviamente dipende da quanto (e come) si utilizza il dispositivo. Con tutte le notifiche push attivate, infatti, la durata scende ai 3 giorni, ma si tratta comunque di ottime prestazioni per questo tipo di dispositivo. Per completare il ciclo di ricarica sono necessari circa 40 minuti, un tempo ragionevolmente buono per garantirsi una nuova dose di autonomia.

            Software Huawei Fit

            Il software Huawei

            La semplicità del fitness tracker Huawei Fit si vede non solo nel design, ma anche nel software e nelle funzionalità del dispositivo. Va premesso che non è necessariamente un male, molo dipende dal tipo di fitness tracker che si sta cercando e dal tipo di utilizzo che si richiede.

            Il software Huawei Wear, disponibile sia per dispositivi Android che iOS, permette di impostare quali notifiche ricevere sul display (potendo scegliere tra tutte quelle presenti nello smartphone), un dato che incide sicuramente sulla durata della batteria, ma che allo stesso tempo, a differenza di altri dispositivi di pari categoria (e anche più cari), offre un utilizzo maggiore del tracker anche per il controllo delle notifiche. Queste verranno segnalate con una breve notifica, poi per visualizzarle sarà comunque necessario utilizzare lo smartphone.

            Scorrendo sul display si entra nei vari menu e, scorrendo in alto o in basso, si possono visualizzare il numero di passi compiuti o avviare la misurazione del battito cardiaco o impostare un’attività fisica o iniziare il piano di allenamento personale.

            Sempre dall’applicazione si può impostare la sveglia, la modalità non disturbare, la disconnessione Bluetooth e il promemoria di inattività per eseguire regolarmente delle piccole attività fisiche.

            Altro punto a favore dell’applicazione Huawei Wear è la stabilità: su diversi smartphone sulla quale è stata testata non ha mai dato problemi di disconnessione, lentezza o malfunzionamenti vari.

            Allenamento Huawei Fit

            L’allenamento personale

            In questo campo il lavoro svolto dal team di Huawei è stato molto attento. Tra le attività che è possibile monitorare ci sono, come detto, il nuoto, ma anche le più tradizionali corsa, camminata e tapis roulant. Per ogni sessione Huawei Healt riporterà i dati relativi alla durata, alle calorie bruciate, al ritmo, alla frequenza cardiaca e sarà possibile visualizzare dei grafici con l’andamento del proprio allenamento. Sempre tramite il software del fitness tracker è disponibile un calcolo automatico del sonno.

            Per l’allenamento può inoltre essere impostato un obiettivo da raggiungere, scegliendo tra 5 o 10km (mezza maratona o maratona).

            Sport Huawei Fit

            Funzione Sport

            Messo alla prova e confrontato anche con altri modelli il tracker Huawei Fit offre un buon livello di misurazione. Non stiamo parlando di un top di categoria, quindi a volte i valori vengono sovrastimati o vengono ignorati i picchi raggiunti con gli scatti o le ripetute, ma chi si orienta su questo dispositivo probabilmente non sta cercando un prodotto di questa caratura.

            Qualche piccola pecca, invece, è da registrare sulla misurazione dei passi. Non essendo possibile regolarne l’ampiezza ecco che la sua attendibilità è piuttosto compromessa e, quindi, poco precisa.

            Prestazioni Huawei Fit

            Prestazioni

            Sostanzialmente non sono state diffuse le specifiche tecniche sulle prestazioni del fitness tracker Huawei Fit, non sappiamo quindi la potenza del processore, della RAM o della memoria interna. Non potendo fare un confronto sui numeri possiamo solamente basarci sulle prove effettuate e il Fit risponde sempre molto bene, anche nella stabilità della connessione Bluetooth 4.2. Le misurazioni dei passi, come detto, sono approssimative, buona invece l’affidabilità del software che offre una panoramica ampia e variegata dei vari dati sull’allenamento svolto.

            Manca, invece, un comparto audio: non è presente né lo speaker né il microfono, non è quindi possibile utilizzarlo come lettore MP3 per ascoltare la musica mentre si fa allenamento. Una lacuna questa piuttosto importante considerando che la musica aiuta a concentrarsi e dedicarsi all’esercizio fisico e a renderlo più leggero, soprattutto per chi lo pratica come hobby e non in maniera professionistica.

            Recensione Huawei Fit

            Giudizio finale

            Bisogna ora tirare le somme di quanto detto fino ad ora sull’Huawei Fit. Huawei è riuscita a realizzare uno  fitness tracker economico  con caratteristiche tecniche e funzionalità complessivamente ottime. Non stiamo certo parlando del miglior fitness tracker in circolazione ma, per chi è alle prime armi con un dispositivo wereable o vuole trovare un dispositivo per l’allenamento con funzioni da smartwatch, il Fit di Huawei è sicuramente uno dei migliori.

            Possiamo avere qualche elemento di analisi in più se confrontiamo l’Huawei Fit con il Samsung Gear Fit 2, di categoria simile. Il tracker di Samsung offre sicuramene le funzioni GPS e il lettore MP3 in più, ma come durata e prezzo Huawei vince nettamente il confronto, considerando che il Gear Fit2 non arriva a più di 3 giorni di autonomia.

            Giudizio Huawei Fit

            La scelta di Huawei sembra quindi essere quella di puntare di più sul mercato dei ‘principianti’ del fitness o di coloro che vogliono affacciarsi al mondo dei fitness tracker con prudenza, magari perché questo sarebbe il primo dispositivo di questo tipo. A corroborare questa analisi c’è il design dell’Huawei Fit, molto più simile ad un orologio da polso tradizionale con la cassa del display circolare.

            Le uniche lacune che abbiamo registrato utilizzando il tracker di Huawei sono state nell’assenza della possibilità di regolare la lunghezza dei passi, nella sensibilità non ottimale del display e nella mancanza di un apparato audio. Per quel che riguarda la misurazione dei passi è forse auspicabile un aggiornamento del software che possa colmare questa lacuna, per il resto, complessivamente, il Fit fa molto bene il suo lavoro e spicca in qualità (e quantità) rispetto ai dispositivi di pari categoria.

            Pro e contro

            + dimensioni ridotte
            + ottima autonomia
            + peso leggero
            + buona autonomia

            – tap display non ottimale
            – misurazione passi poco precisa
            – assenza hardware audio

            Lascia un commento

            Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *