Garmin Vivoactive HR recensione

Garmin Vivoactive HR

Garmin Vivoactive HR
8.1

Design e Costruzione

7/10

    Display

    8/10

      Caratteristiche e OS

      9/10

        Monitoraggio

        9/10

          Batteria

          9/10

            Pros

            • GPS
            • HRM al polso
            • Multisport
            • Batteria
            • Notifiche

            Cons

            • Design
            • Concorrenza

            Garmin Vivoactive HR: Il nuovo orologio multisport completo a 360°

            L’ultimo sportwatch della Garmin è un dispositivo completo con cui è possibile praticare moltissimi sport in maniera professionale grazie al GPS integrato ed al sensore HRM cardio che migliorano di gran lunga le informazioni ricevute sul nostro allenamento

            vivoactive hr recensione completa

             

             

            Quando il nuovo Garmin Vivoactive HR, successore dello storico Garmin Vivoactive, è stato presentato al World Mobile Congress in Spagna, è stato accolto con grande entusiasmo. Lo smartwatch o meglio sportwatch della Garmin può essere utilizzato per correre, nuotare, andare in bicicletta ma anche sciare, fare canottaggio e giocare a golf  e si posiziona come orologio di fascia medio alta.

            Il Vivosmart HR è un indossabile completo, tra le sue funzionalità: GPS, HR, notifiche e sistema di activity tracking. Per circa €270 Euro a prezzo ufficiale, circa €260 in offerta, il Vivoactive HR può monitorare tutte le attività di corsa, le pedalate in bicicletta, nuoto in piscina e indoor, ma anche golf, sci, snowboard e perfino il canottaggio.

            Non è il migliore in tutti i suoi aspetti ovviamente, ma siamo sicuri che ognuno di essi saprà soddisfare la maggior parte degli sportivi. Inoltre la dicitura HR (Hearth Rate) ci segnala l’integrazione di un sistema di monitoraggio della frequenza cardiaca direttamente al polso con tecnologia Garmin Elevate, la stessa del Garmin Vivosmart HR

            Il primo smartwatch Vivoactive non aveva un sensore cardiofrequenzimetro integrato e per questo motivo è stato messo inizialmente in ombra da sportwatch come il Fitbit Charge HR e Fitbit Surge. Ma il nuovo Vivosmart HR ora ha tutte le carte in regola scalare la cima della classifica.


            Vivoactive HR: Design e Costruzione

            vivoactive vs vivoactive hr

             

            Lo sportwatch si presenta insieme al cavo per la ricarica e la sincronizzazione, ed il manuale. Il Vivosmart HR sembra uno smartwatch di grandi dimensioni quando in realtà è molto simile al Fitbit Surge che anzi è più spesso nella sua parte inferiore mentre il Vivosmart HR rimane compatto su entrambi i lati.

            Il display touchscreen invece mantiene le stesse dimensioni del primo Vivosmart anche se sembra più grande, in realtà è semplicemente ruotato. La reattività dello schermo è molto buona e permette un’interazione facile e scorrevole rispetto sopratutto al predecessore.La Garmin ha pensato anche alla personalizzazione introducendo la possibilità di cambiare il cinturino in gomma dello smartwatch nel caso di usura o semplice desiderio di personalizzare il nostro compagno d’allenamento con cinturini di forme e colori diversi.


            Vivoactive HR: Funzionalità e Activity Training

             

            Il Garmin Vivoactive HR appartiene alla famiglia dei dispositivi ‘Vivo’, una categoria di indossabili incentrati sull’allenamento ma anche sulla vita di quotidiana. Il Vivoactive HR include quindi un pacchetto migliorato di activity tracking (passi,distanza, calorie) e monitoraggio del sonno. Diamo il benvenuto ad una nuova funzionalità definità IQ Move che altro non è se non la possibilità di utilizzare il riconoscimento automatico degli esercizi.

            Parlando prima delle funzionalità da fitness tracker il Vivoactive HR registrerà i passi attraverso il proprio accelerometro ed è possibile visualizzare i passi quotidiani ricercando il box “Steps” sul display touchscreen. La stessa schermata mostra anche la distanza percorsa, puoi scorrere le varie schermate per accedere anche ai piani saliti, una tra le funzionalità uniche dei dispositivi Garmin registrata tramite l’altimetro barometrico integrato nell’orologio.

            La barra di attività invece si riempirà fino a diventare di colore rosso quando siamo stati pigri per troppo tempo Garmin has long had their inactivity bar, which fills up in chunks of red over the course of an hour if you’re lazy.

            La funzionalità “Minuti di intensità” è stata introdotta recentemente dalla Garmin per tutti i suoi indossabili ed è stata progettata per motivare lo sportivo per raggiungere circa tre ore di esercizio fisico a settimana, il tutto integrato con il sensore cardio al polso.

            vivoactive hr applicazioni

            Il Vivoactive HR è il primo smartwatch con la funzionalità IQ Move attiva e funzionante. Semplicemente si tratta di un riconoscimento automatico dell’attività sportiva, l’idea è quella di riconoscere automaticamente gli sport praticati ma per adesso è più utile per distinguere la camminata dalla corsa. Tutti i riconoscimenti automatici sono eseguiti in background e sono visibili unicamente dalla schermata “Calendario” .

            Finalmente è stata introdotta la modalità sonno automatica, non c’è bisogno di premere nessun bottone prima di addormentarci, il nuovo Vivoactive HR riconoscerà automaticamente quando andiamo a dormire. Per attivarla manualmente è necessario accedere a Garmin Connect ed inserire un orario per l’attivazione del monitor del sonno.


            Vivoactive HR: Running, Nuoto, Ciclismo, Golf

            sport disponibili sul vivoactive hr

            Per quanto riguarda il running, il GPS del Vivactive HR supporta sia le corse all’aperto che al chiuso e per iniziare una corsa all’aperto è sufficiente premere il bottone posizionato in basso a destra per accedere alle modalità sport, per poi selezionare “Corsa”a questo punto il GPS cercherà di agganciarsi ad un satellite e la modalità HR inizierà la fase di stabilizzazione. Entrambe le funzionalità sono rappresentate con delle icone sullo schermo.

            Per modificare le statistiche e le informazioni visualizzate sullo schermo (questo vale per ogni attività) clicchiamo su ” Impostazioni Corsa” dove sarà possibile configurare i dati visualizzati sullo schermo, impostare il calcolo dei giri automatico o manuale, auto-pausa, configurazione GPS, e per finire la sezione per la personalizzazione dei colori e dello sfondo.Le possibilità di modifica delle informazioni visualizzate e la quantità di queste è vastissima, in particolare ci sono tre tipologie di visualizzazioni  modificabili. Le categorie disponibili sono: i tempi, la distanza, la cadenza, la velocità, il passo, dati cardio, temperatura, elevazione e poche rimanenti. Ognuna di queste categorie contiene tantissime informazioni in merito. Sostanzialmente avremo accesso a circa 40 tipologie di statistiche ed informazioni sull’allenamento e potremo scegliere quali tra tutte andranno ad occupare lo schermata principale del Vivoactive HR. Un esempio di schermata modificata per la corsa potrebbe essere: “Velocità massima, Frequenza cardiaca al giro, Temperatura, Tempo dell’ultimo giro” . 

            vivoactive hr per runner o corsa

            Il Vivoactive HR può essere utilizzato per andare in bicicletta o per allenamenti di ciclismo, attivando la specifica modalità “Bike”. Possiamo utilizzarlo al polso o su un sostegno per bici, nel primo caso però avremo anche a disposizione la rilevazione della frequenza cardiaca. L’orologio può essere sincronizzato anche con una fascia ANT+ ma non si connette a sensori Bleutooth. La modalità Bike attivata ci permetterà di visualizzare la velocità e la distanza cosi come i dati di un eventuale sensore di cadenza.

            Per quanto riguarda invece il rapporto tra il Vivoactive HR ed il nuoto, possiamo assicurare che l’orologio integra la funzionalità per la registrazione dei dati in acqua, solamente quelli da nuoto in piscina o indoor. La registrazione di attività di nuoto in fiumi, oceani o laghi è comunque possibile attraverso applicazione di terze parti tra le IQ Apps che permettono la registrazione anche outdoor. Questo perché il Vivoactive HR nella piscina utilizza l’accelerometro insieme alle misure della piscina per il calcolo e non possiede la tecnologia per fissare il GPS anche sotto la superficie dell’acqua. Una soluzione per registrare le nuotate outdoor o all’esterno con l’orologio può essere anche quella di registrare l’attività notatoria sotto la voce o modalità ” Altro Sport” invece che “Nuoto” per poi etichettarla correttamente su Garmin Connect per avere accesso alla maggior parte dei dati e delle informazioni.

            Per iniziare a nuotare con il Vivoactive HR è necessario impostare le dimensioni della piscina, per determinare meglio il numero di bracciate. Una volta premuto “Start” il dispositivo inizierà a registrazione la distanza percorsa nuotando ed altre metriche aggiuntive dopo le prime 3/4 bracciate.

            Per creare degli intervalli, si può usare il bottone dei giri sulla sinistra, questo metterà in pausa l’orologio che segnalerà la fine di un “giro” e ci segnalerà di essere in pausa pronto un altro intervallo. La mancanza dell’algoritmo per le nuotate all’esterno rende il segnale GPS poco fluido come succede spesso sugli altri dispositivi.

            Ancora due parole sull’utilizzo del Vivoactive HR per giocare a Golf. Un orologio specifico per questo sport come un Garmin da Golf costerebbe circa 200/300 Euro quindi è una bella notizia sapere che moltissime metriche per il golf sono già all’interno del Vivoactive. Troviamo la distanza dall’inizio, dal centro e dalla fine e possiamo anche visualizzare una mappa del campo di gioco per osservare la distanza, per finire integra anche un segnapunti. A differenza degli orologi specifici per il Golf sarà necessario scaricare i dati del campo sul proprio smartphone per poi sincronizzare quest’ultimo con l’orologio Vivoactive.

            vivoactive hr golf

            Il Vivoactive HR è un dispositivo multisport che va ben oltre la corsa, il nuoto ed il ciclismo, ecco ad esempio tutti gli sport supportati da questo orologio: Corsa (outdoor GPS e indoor), Bicicletta ( outdoor GPS e indoor), Nuoto in piscina, Golf, Camminata (outdoor GPS e indoor), Canottaggio (GPS outdoor), Sci, Sci di Fondo e Snowboard, ed anche il SUP che è una variante del Surf.

            A questi profili sport si aggiungono anche tre modalità d’allenamento specifiche: Forza, Cardio e Altro dove sarà possibile personalizzare i parametri d’allenamento a piacere.

             


            Vivoactive HR: Notifiche

            vivoactive hr notifiche disponibili

            Lo sportwatch integra la capacità di connettersi allo smartphone ed inviare notifiche ed informazioni. Il Vivoactive HR può visualizzare qualsiasi tipologia di messaggio che arriva al telefono a differenza del Fitbit Blaze dove ad esempio è possibile scegliere quali notifiche dello smartphone ricevere anche se non sono tutte disponibili.

            Possiamo quindi leggere immediatamente i messaggi brevi sul display del Vivoactive HR ma i messaggi più lunghi verranno “tagliati” e sarà possibile visualizzarli in seguito in maniera completa nel pannello delle notifiche.

            Il punto di forza nella ricezione delle notifiche dell’orologio è la semplicità di utilizzo: riceviamo chiamate, SMS, notifiche da Twitter e aggiornamenti Facebook cosi come Whatsapp e possiamo scegliere se leggere immediatamente la notifica altrimenti verrà salvata automaticamente per essere letta successivamente o a fine allenamento.

            Il sistema di notifiche non si esaurisce a chiamate e messaggi ma si aggiungono anche previsioni meteo basate sulla posizione corrente, cosa che rende l’orologio utile anche nella quotidianità.

             


            Vivoactive HR: Sensore Cardio 

            vivoactive hr sensore cardio

             

            Quello che più abbiamo apprezzato del sistema per il monitoraggio dei battiti cardiaci è stata la possibilità di lasciare il dispositivo al nostro polso ma trasmettere le informazioni sul cuore ad un altro dispositivo. Questo avviene solo se l’altro dispositivo possiede la tecnologia ANT+ come ad esempio moltissimi Garmin. Praticamente è possibile prendere i nostri dati sulla frequenza cardiaca e visualizzarli o registrarli su un altro dispositivo. Per utilizzare questa modalità premiamo il pulsante delle impostazioni e successivamente entriamo nella parte dedicata ai sensori dove selezioneremo il lettore ottico HRM e la modalità di trasmissione. Siamo sicuri che questo in particolare farà felici molti ciclisti.

            vivoactive hr sensore cardio

            Il sensore cardio al polso del Vivoactive HR è molto utile e funzionale in particolare per i runner ed i ciclisti, ma come già spesso ricordato, per registrare un’attività con un’alta frequenza di intervalli è meglio una fascia toracica dedicata. Una delle migliori e più economiche è l’H7 della Polar.

             


            Vivoactive HR: Batteria

            vivoactive hr confezione batteria

            La Garmin è stata una delle prime aziende a capire che un orologio con GPS ed uno schermo a colori touchscreen necessita di una potente batteria per essere utilizzato al meglio e cosi il Vivoactive HR integra una batteria che dura fino a 5 giorni con tutte le funzionalità attive. Il tracking del GPS, assicura Garmin, può arrivare fino a 16 ore di usabilità continua, ottimo quindi per lunghe maratone o partite di golf.

            Il segreto della grande longevità della batteria è da ritrovarsi nella bassa luminosità dello schermo e nelle sue dimensioni ridotte che come accennato precedentemente sono le stesse del primo Garmin Vivoactive.


            Conclusioni

            Il Vivoactive HR raccoglie le migliori funzionalità dei dispositivi Garmin in un unico orologio multisport con GPS. La possibilità di praticare moltissimi sport diversi senza cambiare compagno d’allenamento è straordinario anche perché rispetto al precedente modello le metriche sportive e le possibilità di utilizzo aumentano esponenzialmente.

            Se sei uno sportivo a 360° gradi, se ti piace praticare sport diversi ma non sei ossessionato da un’unica attività sportiva allora questo è lo sportwatch che fa per te. Se ad esempio sei unicamente un runner professionista ti consigliamo di dare un’occhiata alla serie Forerunner della Garmin altrimenti se vorresti iniziare a praticare in maniera professionale il triathlon il dispositivo per te potrebbe essere il Garmin 920 XT.

            Il sistema di notifiche funziona alla grande e la varietà delle informazioni ricavate dal sensore cardio completa un sistema di activity tracking potenziato. Le dimensioni non sono un problema, essendo leggermente più piccolo del diretto avversario il Fitbit Surge ma l’orologio non è un dispositivo che si presta ad essere indossato tutti i giorni.

            Per chi pratica diversi sport, anche saltuariamente, questo è lo sportwatch giusto, non solo perché è ben bilanciato tra professionalità e divertimento ma anche perché è un orologio che una volta comprato ci terrà compagnia per molto tempo, per tutti i nostri allenamenti.

            6 pensieri riguardo “Garmin Vivoactive HR recensione

            • 10 agosto 2016 in 13:47
              Permalink

              ho comprato questo smartwatch perchè convinto dalle recensioni che leggevo on line e perchè era quello che poteva fare per me…l’ho testato in una pedalata di un 90km e mi è successa una cosa un po’ strana, la misurazione della velocità andava correttamente, il kilometraggio no, non mi ha tenuto traccia del percorso fatto, e dopo un tot di tempo andava come in stand-by e quidi smetteva la misurazione…usato da solo senza la fascia…ho sbagliato io in qualcosa o è guasto?

              Risposta
            • 25 settembre 2016 in 10:10
              Permalink

              Buongiorno, ho un Garmin Vivosmart HR da 5 mesi.
              Lo uso principalmente per il2 attività, nuoto e trekking in montagna.

              Per il nuoto tutto ok, ma per quanto riguarda il trekking devo segnalare che la precisione del GPS come altimetro è pessima!

              L’errore arriva anche a differenze di 200 mt sulla quota reale. Con un “precisione” di questo livello l’altimetro è inutile.

              Ho scritto alla GARMIN, mi hanno detto di aggiornare il firmware e di fare un “master reset”.
              Anche dopo questa operazione non c’è stato nessun miglioramento.

              Saluti

              Risposta
            • 5 dicembre 2016 in 16:06
              Permalink

              per fare sport come canoa/kayak quale è più indicato tra questo e il polar M400 ?

              Risposta
            • 14 aprile 2017 in 20:32
              Permalink

              COME DEVO FARE PER CAMBIARE LINGUA AL MIO VIVOACTIVE HR

              Risposta
            • 6 maggio 2017 in 17:30
              Permalink

              Buonasera, posso connettere Vivoactive all’app di Runtastic sul mio iphone ? in modo che possa sincronizzare le attività ?

              Risposta
            • 29 maggio 2017 in 17:04
              Permalink

              SCONSIGLIATO!
              Io ne ho comprato uno il 30/10/2016 e l’ho già mandato in assistenza 3 volte perchè non è affatto resistente a 50mt in acqua e mi è collassato dopo poche ore di attività in piscina (l’ultima volta dopo soli 20 minuti). Per tutto il resto sarebbe ottimo, ma visto che l’avevo scelto proprio per l’attività in acqua devo dire che sono frustrata e davvero insoddisfatta.
              In più, in questi 6 mesi è più il tempo in cui sono rimasta senza per i tempi di spedizione al/ dal centro di assistenza che quello in cui ho potuto usarlo 🙁 🙁 🙁

              Risposta

            Lascia un commento

            Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *