Fitbit Ionic Recensione

Recensione Fitbit Ionic

Recensione Fitbit Ionic
88

Design e Costruzione

9/10

    Display

    9/10

      Caratteristiche e OS

      9/10

        Monitoraggio

        9/10

          Batteria

          9/10

            Pros

            • GPS e GLONASS
            • HRM nuova generazione
            • 2.5 GB per la musica
            • Coaching virtuale
            • Waterproof 50 metri

            Cons

            • Lancio ufficiale Ottobre
            • Software in aggiornamento

            Fitbit Ionic in anteprima: Tutto quello che c’è da sapere sul nuovo smartwatch della Fitbit

            Fitbit ha appena inaugurato il suo primo smartwatch con supporto alle applicazioni di terze parti. Ma non solo, sul modello Ionic troviamo anche musica integrata, pagamenti wireless, tecnologia HRM e GPS rinnovata. Senza abbandonare, ma anzi, implementare, i servizi di coaching virtuale, le caratteristiche e gli accessori disponibili.

            recensione ionic fitbit

            In questa recensione del Fitbit Ionic, sono tante le novità. Abbiamo appena parlato di tecnologia wireless per i pagamenti e possibilità di accesso potenziale ad applicazioni di terze parti come Facebook, Instagram, Telegram e Whatsapp solo per citarne alcune. Ma la Fitbit ha maturato anche nella progettazione di nuovi accessori. Ha infatti creato esclusivamente per l’indossabile Ionic delle cuffie wireless-bluetooth che possono connettersi  sia al dispositivo che al proprio smartphone.

            Lo Ionic presenta un hardware di altissima qualità anche se il software per adesso, è in fase di sviluppo e si stabilizzerà definitivamente a fine Settembre, concludendosi il suo lancio mondiale ufficiale ad Ottobre. Abbiamo cercato di scrivere una guida recensione con tutte le informazioni e gli aggiornamenti sullo smartwatch Ionic, consapevoli che da qui a fine anno riceverà moltissimi aggiornamenti. Questo smartwatch si schiera nella fascia alta degli indossabili tecnologici. Può essere considerato a tutti gli effetti uno smartwatch, anche se supporta molte modalità d’allenamento come nei più comuni sportwatch o orologi sportivi.

            Le principali alternative al Fitbit Ionic sono sicuramente l’Apple Watch per funzionalità anche se il primo dispositivo aggiunge degli utili pulsanti fisici. Un’altra alternativa, economica questa volta, è il Garmin Vivosmart 3 HR che include GPS e HRM proprio come lo Ionic. Per chi cerca invece uno dispositivo più casual e meno sportivo, l’avversario da battere è lo smartwatch Samsung Gear S3 che include anche l’NFC, ottima alternativa.

            Non essendo un modello ancora del tutto completo, aggiorneremo la recensione con le informazioni più recenti appena possibile. Intanto un paragone di prezzo tra le alternative e gli avversari.

             

            Fitbit Ionic: Design e Costruzione

            recensione fitbit ionic

            L’indossabile si presenta in tre colori principali, mentre esistono tantissimi colori e dimensioni per le straps. In particolare tutte bands di chiusura ricadranno nelle categorie: Classica, quella inclusa con lo Ionic, la versione Sport e la versione Casual in cuoio. Ad inizio 2018 sarà presentato anche un quarto colore, in partnership con Adidas in edizione limitata. Questa strategia di marketing è nata proprio per contrastare lo strapotere di Nike ed Apple Watch.

            A questo punto possiamo affermare con certezza che l’indossabile Fitbit si presenta come una unità di calcolo rettangolare a cui possono essere inserite differenti chiusure. L’unità è costruita in un alluminio particolare, lo stesso utilizzato in aviazione. Lo smartwatch è interamente resistente all’acqua fino a 50 metri e lo schermo è totalmente incastonato all’interno dell’unità. Uno screen che è di forma rettangolare, full color e sicuramente è stata ripresa la forma dello schermo del Fitbit Blaze. La risoluzione dello schermo è 384 x 250 LCD raggiungendo una luminosità incredibile pari quasi a quella dell’Apple Watch 2.

            recensione completa ionic

            C’è un solo bottone fisico sulla sinistra dello smartwatch, mentre due sono posizionati sul lato destro con i quali potremo muoverci all’interno del menù dello Ionic. Anche questa caratteristica estetica riprende le forme del Blaze.

            Fitbit Ionic: Funzionalità ed innovazioni principali

            specifiche tecniche fitbit ionic

            Abbiamo già detto che lo Ionic integra la tecnologia NFC per i pagamenti contactless, così come integra 2,5GB di spazio per la musica sulle nuove cuffie bluetooth-wireless dedicate. Inoltre dispone di una unità GPS con supporto GLONASS che registra a meno di un secondo di intervallo con il satellite.

            Il sensore di cardiofrequenza è totalmente rinnovato sul Fitbit Ionic. Il cambiamento maggiore è il passaggio ad un sistema di sensori HRM a tre luci, verde, rosso ed infrarosso. Sono presenti infatti tre diodi fotosensibili ed un set di LED per la lettura della frequenza cardiaca. Come nel Fitbit Alta HR e nel Charge 2, il monitoraggio della frequenza cardiaca avviene 24/7 con modalità particolari per gli esercizi. Fitbit ha ammesso di aver investito ingenti somme nell’innovazione e nel miglioramento del proprio comparto di HRM sopratutto durante lo svolgimento di esercizi intensi.

            Anche lo sleep tracking esce migliorato in questa nuova versione ma la vera novità è la possibilità per lo Ionic di misurare e monitorare le apnee ostruttive del sonno. Le apnee notturne sono riconosciute dal Fitbit con una certezza quasi del 90%, assicura la compagnia. La sindrome delle apnee notturne ed i disturbi respiratori del sonno complicano le notti di quasi un italiano su cinque. La maggioranza delle persone non è nemmeno a conoscenza del proprio problema.

            Fitbit Ionic: Applicazioni di terze parti

            applicazioni ionic

            Il Fitbit Ionic è il primo smartwatch della Fitbit a supportare ed integrare apps di terze parti. La vera novità è la App Gallery di Fitbit ovvero la piattaforma Fitbit per applicazioni e watchfaces. Questa piattaforma non deve però considerarsi come l’App Store Fitbit, semplicemente qui troveremo le applicazioni ed i servizi della casa madre ma anche applicazioni di terze parti. Potenzialmente potremo trovarci applicazioni di ogni genere, perché la Fitbit ha aperto il proprio file SDK agli sviluppatori di applicazioni terze. La nuova SDK è totalmente online e si chiama Fitbit Studio. Con questo software potremo creare applicazioni e watchfaces personalizzate usando il codice Javascript e SVG, tutto quello di cui abbiamo bisogno è di un web browser come Chrome o Firefox. Inoltre non avremo la necessità di essere connessi ad Android o Ios, sarà sufficiente anche il proprio pc.

            Il nuovo Fitbit App Store è stato costruito secondo quello che stava progettando la Pebble dopo l’uscita del Pebble 2. Ancora non sappiamo se alcune delle applicazioni terze saranno a pagamento, anche se saranno le applicazioni gratis a dominare la scena.

            apps per fitbit ionic

            Abbiamo apprezzato la possibilità di condividere applicazioni e watchfaces nella Fitbit Gallery da parte di tutti, non solo da parte di sviluppatori o aziende. Possiamo creare una semplice applicazione per sfidare nostri amici oppure possiamo creare un salvaschermo per la famiglia per poi condividere il link in privato solo con loro. Per caricare app nella Gallery, quindi a livello mondiale, servirà l’approvazione dello staff Fitbit.

            Fitbit Ionic: Musica

            fitbit ionic musica

            Il Fitbit Ionic è in grado di memorizzare musica direttamente nello smartwatch e riprodurla successivamente attraverso le cuffie bluetooth-wireless. La Fitbit ha investito molto nel comparto musica, imparando a conoscere meglio i propri clienti, per la maggior parte runner e sportivi che vogliano correre con la propria playlist preferita a portata di smartwatch.

            Lo smartwatch Ionic contiene 2.5 Giga-Byte di memoria per immagazzinare musica. Possiamo trasferire la nostra musica direttamente nell’orologio. Immaginatevi tutti quel file musicali mp3 che teniamo nel computer da anni in attesa di essere trasferiti su uno smartwatch. Possiamo però ascoltare musica anche attraverso i vari servizi di streaming. Sfortunatamente per ora, c’è solo l’applicazione Pandora per i residenti in USA. Il supporto che lo smartwatch fornisce però alle applicazioni di terze parti, permetterà in futuro di vedere app come Spotify o Deezer codificate ed integrate con il Fitbit Ionic. Tutto dipenderà da quanti sviluppatori lavoreranno per integrare le più famose applicazioni con il nuovo indossabile.

            Accessori: Fitbit Flyerrecensione fitbit flyer

            Oltre allo smartwatch Ionic, l’azienda ha prodotto anche delle cuffie dedicate, le Fitbit Flyer. Le cuffie includono tecnologia Bluetooth e Wireless e sono specificamente progettate per lo Ionic, anche se funzionano con la maggior parte degli smartphone e dispositivi con Bluetooth.

            Le cuffie Fitbit Flyer arrivano sul mercato in due varianti di colore: oro con bianco e grigio con blu. Il prezzo si attesta leggermente sotto la media delle migliori cuffie wireless per lo sport. Le Flyer sono cuffie resistenti all’acqua, respingono liquidi, schizzi ed umidità. Secondo Fitbit sono progettate per durare molto a lungo.

            cuffie fitbit

            Il software delle cuffie è di alta qualità come l’hardware infatti è da sottolineare ancora una volta la capacità delle cuffie di connettersi contemporaneamente sia al proprio smartphone che al Fitbit Ionic. Il nuovo binomio rivoluzionerà sicuramente molti runner che potranno godersi la musica sullo smartwatch e contemporaneamente ricevere chiamate sullo smartphone, basterà un click. La maggior parte delle altre cuffie, anche se blasonate, hanno la possibilità di connettersi solamente ad un device alla volta. Inoltre a livello di funzionalità le cuffie Fitbit offrono la possibilità di regolazione e isolamento dal rumore attraverso la riduzione del fischio del vento o del suono di un clacson ad esempio.

            Il software mette a disposizione due modalità per l’utilizzo delle cuffie. Esiste il profilo classico e uno ad “Alta Potenza” che aumenta i bassi e l’equalizzatore. La differenza è notevole e per cambiare da una modalità all’altra basterà premere i due bottoni contemporaneamente.

            Fitstar: Sport ed uso in allenamento

            allenamento automatico ionic

            Chi di voi conosceva già l’applicazione Fitstar per il coaching virtuale della Fitbit? Non erano moltissimi i download di questa app prima del recente rinnovamento, ora guadagna rapidamente posizione. Se mentre prima le animazioni degli esercizi su schermo erano di bassa qualità sul Fitbit Blaze, ora sullo Ionic le animazioni sono molto più simili ad un video training su Youtube, con GIF animate.

            L’applicazione mostrerà una serie di allenamenti insieme alla playlist di musica consigliata per l’allenamento che stiamo per iniziare. Gli allenamenti o i workouts che l’app ci mette a disposizione sono basati e generati sulle nostre statistiche come calorie bruciate, Km percorsi, battito cardiaco e molte altre.

            allenamento fitstar app

            Esistono anche dei servizi a pagamento della Fitbit come l’Audio Coaching e la Fitbit Guided Health. Quest’ultimo in particolare offre programmi d’allenamento mirati per principianti e professionisti, guidando ad esempio il nuovo runner in una scheda di 8 settimane fino al raggiungimento degli obiettivi, oppure il maratoneta verso una corsa importante.

            Il nuovo indossabile si prepara già da ora a ricevere molti aggiornamenti, anche in campo medico. Ad esempio il Fitbit Ionic può essere d’aiuto a chi soffre di diabete. Lo smartwatch potrà connettersi a sensori specifici che mostrano i livelli di glucosio nel sangue, potendo controllare il nostro stato di salute direttamente dallo smartwatch.

            Inizio allenamenti ed Hearth Rate Monitor (HRM)

            allenamenti palestra fitbit ionic

            Per iniziare scegliamo uno sport a disposizione come corsa o bicicletta o altri sport presenti anche nei modelli precedenti (nuoto, ellittica, corsa, camminata, tennis, allenamenti aerobici come Zumba). Recentemente è stato aggiunto anche l’allenamento di nuoto in piscina indoor che monitora i giri di vasca insieme alla frequenza cardiaca. Il supporto al nuoto in mare o a lago dovrebbe essere presto inserito. Ogni modalità sport potrà e anzi dovrà essere personalizzata inserendo i nostri dati come peso, altezza ed età.

            Il nuovo cardio-frequenzimetro è stato migliorato sia nel software che nell’hardware. Ora, a seconda dell’azienda, può tracciare gli allenamenti a intervalli e ripetute meglio che nelle precedenti versioni. Possiamo reputare l’HRM dello Ionic molto accurato, in particolare è possibile vederlo qui confrontato con un dispositivo Garmin per vedere i bpm di differenza. Nell’immagine è presente anche il percorso su GPS per osservare la velocità della mappatura satellitare.

            piscina ionic fitbit

            Infine per visualizzare le statistiche personali basterà un tap sullo schermo che ci mostrerà file e colonne di dati, come cadenza, battito, distanza, e tutte le altre metriche a cui l’azienda ci ha abituato. Per i possessori di indossabili per lo sport di alto livello come il Polar V800 o il Garmin FR 630 le statistiche potranno risultare diverse o forse spartane, ma per questa categoria di smartwatch vanno benissimo.

            Fitbit Ionic Pay

            come utilizzare Fitbit Pay

            Così come l’Apple Watch ed il Samsung Smartwatch S3, anche l’ultimo arrivato in casa Fitbit integra il supporto per i pagamenti contactless utilizzando la tecnologia wireless NFC. Questo significa che possiamo registrare la nostra carta di credito sullo smartwatch attraverso il nostro smartphone e pagare utilizzando esclusivamente il Fitbit Ionic. Sono supportate la maggioranza delle carte di credito come America Express, Mastercard e Visa. Durante il processo di registrazione, riceveremo un PIN personale da usare per effettuare i pagamenti ed evitare brutte sorprese nel caso ci fossimo persi il nostro orologio. Lo smartwatch della Apple funziona allo stesso modo, una volta sganciato l’indossabile dal polso, sarà necessario inserire nuovamente il codice personale.

            L’obiettivo principale nella creazione di Fitbit Pay è la possibilità per i runner i gli sportivi di lasciare il portafoglio a casa mentre si esce per andare ad allenarsi. Recentemente si stanno moltiplicando le installazioni di distributori automatici che supportano il pagamento contactless senza bisogno di carta di credito o contanti. Finalmente non dovrò più portarmi dietro 1.80€ per il Gatorade al distributore del campetto!

            Conclusioni

            allenarsi con fitbit ionic

            Il Fitbit Ionic, nel vasto mondo degli indossabili tecnologici non è il migliore in nessuna delle sue categorie se paragonato ai tantissimi modelli a disposizione. Come migliore smartwatch deve fare la guerra all’Apple Watch mentre sotto il profilo sportivo è dura la concorrenza della Garmin, sopratutto ad alti livelli. Nonostante ciò sembra essere il miglior orologio per una grandissima quantità di sportivi in tutto il mondo su cui Fitbit ha deciso di puntare.

            D’altro canto, i tasti fisici dello Ionic battono l’Apple Watch (che non ne ha affatto) quando si tratta di trasformare il fitness in una cosa semplice. La tecnologia wireless per la musica manca su tutti i dispositivi Garmin, stesso discorso per la tecnologia NFC. Se Garmin è rinomata per avere batterie di lunga durata, la Fitbit questa volta arriva seconda davanti a molti orologi Android Wear e davanti allo stesso Apple Watch 2, arrivando a quattro giorni di utilizzo di batteria. Il sensore per i battiti è stato pesantemente rinnovato, già dalle versioni prima dello Ionic e speriamo che la sua accuratezza si stabilizzi nei prossimi aggiornamenti.

            Parlare di recensione completa per questo indossabile non è esatto in quanto il suo lancio ufficiale fuori dagli USA sarà ad Ottobre, cosi come i primi veri aggiornamenti. Aggiorneremo la nostra recensione molto spesso da oggi fino a Dicembre per non perdere nessun updates in merito al Fitbit Ionic.

            Lascia un commento

            Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *