Guida Fitbit: Qual’è il dispositivo Fitbit più adatto a me?

Il miglior indossabile Fitbit: Scegliamo insieme il giusto smartwatch per ogni esigenza e livello d’allenamento

Tanti modelli per diverse necessità: quale scegliere? Ecco una guida sintetica dei maggiori smartwatch e sportwatch a marchio Fibit tra i quali scegliere per trovare il proprio compagno di vita; digitale ovviamente.

Marchio Fitbit

Acquistare il nostro prossimo smartwatch o activity tracker Fitbit non è facile. Sul nostro portale sono presenti tantissime recensioni, guide, confronti e analisi dei dispositivi Fibit e tutti con giudizi altamente positivi, segno dell’apprezzamento e della qualità di questi prodotti. Vediamo quindi in questa guida come orientarsi in questo mondo molto vasto e variegato dove la ricerca tecnologica, il design e la completezza dell’offerta sono sempre all’avanguardia per modelli sempre interessanti.

Se vogliamo comprare un indossabile Fitbit, ma non sappiamo quale scegliere, questa guida è un ottimo punto di partenza. Analizzeremo nel dettaglio ogni dispositivo per scoprirne pregi, difetti, caratteristiche e specifiche, con un focus particolare sulle principali alternative e disponibilità.

Il miglior indossabile Fitbit: Prezzi a confronto e offerte

Prezzi listino Fitbit Ionic : €349,99 | Alta HR: €149,99 |Charge 2: €159,99 | Blaze: €199,99 | Surge: €199,95 | Flex 2: €99,99 | One: €89,99 | Zip: €59,95 |

Se vogliamo acquistare un tracker Fitbit è necessario innanzitutto conoscere i veri prezzi di listino di questi indossabili, ovvero quanto costano se comprati direttamente sullo Store online della Fitbit. Acquistando online però si trovano spesso offerte e sconti che ci permettono di accaparrarci ad un ottimo prezzo, il nostro orologio o smartband preferita. Amazon, nel panorama degli shop online per smartwatch si rivela il migliore viste le sue commissioni molte basse sui dispositivi tecnologici.

Scorri sulle frecce a destra o sinistra per confrontare gli altri modelli

 


Per gli amanti della perfezione: Fitbit Ionic

recensione fitbit ionic

Avremmo potuto tenerlo per ultimo, ma è giusto dargli anche un posto di risalto e di importanza per questo smartwatch davvero straordinario, in uscita nelle prossime settimane, che si candida a diventare un punto di riferimento nel settore e un termine di paragone per i dispositivi di pari categoria.

allenarsi con fitbit ionic

Il Fitbit Ionic ha un design deciso, dalle forme marcate e un display rettangolare LCD con una risoluzione di 384×250 pixel. Il corpo è realizzato in alluminio, come quello utilizzato nel settore aereo, resistente all’acqua fino a 50 metri di profondità. È dotato di tecnologia wireless e NFC (anche per i pagamenti contactless), sensore GPS e 2.5GB di memoria per conservare e ascoltare la propria musica preferita (con le particolari cuffie Fitbit Flyer). Inoltre è presente un cardiofrequenzimetro innovativo con sensori HRM con tre diodi fotosensibili per il monitoraggio, 24 ore su 24, della frequenza cardiaca. A livello software è possibile installare app di terze parti, mentre è stato migliorato e potenziato notevolmente il comparto per l’allenamento e il fitness con servizi dedicati. Infine molti servizi e applicazioni saranno sviluppati con i primi aggiornamenti, anche in campo biomedico, con interessantissime novità da seguire con attenzione.

Scopri la recensione completa del Fitbit Ionic

L’alternativa al Fitbit Ionic è sicuramente il nuovo Apple Watch Serie 3


Il mix tra sport e vita quotidiana: Fitbit Charge 2

opinioni charge 2

Il Fitbit Charge 2 è un fitness tracker erede di un grande dispositivo, come il Charge 1, dal quale ha preso il meglio e lo ha migliorato. Rispetto al passato è cambiato anche il display, ora più grande (che però consuma di più la batteria) OLED Touch con protezione in vetro e con una buona leggibilità. Il Charge 2 non disdegna l’attenzione per il design, anche con una serie di cinturini eleganti e intercambiabili. A livello tecnico abbiamo la connessione Bluetooth 4.0 LE, il sensore per la rilevazione del battito cardiaco e una batteria con un’autonomia di 5 giorni.

Il meglio di Fitbit Charge 2 lo dà mettendosi all’opera con il tracking di ben sette differenti modalità di allenamento. Ad impreziosire questo dispositivo troviamo una serie di consigli per migliorare l’attività respiratoria anche per ridurre lo stress e il recupero post allenamento. Note dolenti sono l’assenza del modulo GPS (ma può essere utilizzato quello dello smartphone) e la protezione dall’acqua. È possibile ricevere e notifiche delle chiamate in arrivo e di una delle app di messaggistica istantanea installata sullo smartphone.

Fitbit Charge 2

A rendere ottimo questo dispositivo interviene anche l’app Fitbit che offre una grandissima serie di informazioni, consultabili in maniera veloce e semplice, statistiche e consigli sul proprio allenamento. L’app può essere controllata anche con dei comandi vocali, permettendo quindi di mantenere le mani libere. È inoltre possibile monitorare la propria alimentazione (sia di solidi che di liquidi) utilizzando lo scanner dell’app sul codice a barre presente sulla confezione degli alimenti, dal quale preleva le informazioni caloriche di ogni cibo.

Scopri la recensione completa del Fitbit Charge 2

Il principale rivale del Fitbit Charge 2 è il Garmin Vivosmart 3


Il fitness tracker più longevo: Fitbit Alta HR

alta hr recensione

Anche in questo caso parliamo di un dispositivo di seconda generazione, successore del primo Fitbit Alta, dal quale, tra gli altri, ha rireso la tradizione di un dispositivo di lunga durata e autonomia. Il Fitbit Alta HR è innanzitutto uno smartband elegante, con un design molto curato, minimale e non ingombrante, che ben si adatta a diversi stili di abbigliamento.

Il controllo del dispositivo avviene totalmente tramite il display touch, ecco quindi spiegata l’assenza di tasti fisici. Il display è un OLED da 0.78” sul quale visualizzare, con un semplice tap, orario, frequenza cardiaca, passi compiuti, distanza compiuta, calorie bruciate e minuti di attività. Trattandosi di un display molto piccolo ovviamente non è possibile visualizzare tutte le informazioni complete; cosa che è invece possibile fare sfruttando la nota app di Fitbit che offre una panoramica completa sulle rilevazioni effettuate.

Fitness tracker Hardware Fitbit Alta HR

Sempre tramite l’app è possibile monitorare anche il sonno, grazie alle misurazioni del battito cardiaco. Tali misurazioni vengono inoltre confrontate con quelle di altri che indossano un dispositivo Fitbit per individuare se ci sono delle anomalie e quindi intervenire o se, invece, è tutto regolare. In funzione il Fitbit Alta HR risponde bene, in maniera veloce e precisa, senza generare problemi.

Mancano all’appello il sensore GPS, l’altimetro e la protezione del dispositivo dall’acqua, ma complessivamente si tratta di un dispositivo valido, leggero, comodo, pratico e, soprattutto, che non tradisce le aspettative di chi vuole un dispositivo per monitorare il proprio allenamento.

Scopri la recensione completa del Fitbit Alta HR

L’indossabile alternativo al Fitbit Alta HR è sicuramente il Samsung Gear Fit 2


Migliore per esercizi guidati su schermo: Fitbit Blaze

Fitbit Blaze

Per conquistare gli appassionati di settore, oltre a migliorare la qualità dell’hardware e aggiungere funzionalità software è importante anche strizzare l’occhio ad alcune chicche, come nel caso del Fitbit Blaze. Questi, oltre a una qualità ottimale delle caratteristiche tecniche del dispositivo, offre un’interessante e comodissima visualizzazione di come vanno svolti gli esercizi; un must per coloro che sono alle prime armi con l’esecuzione di alcuni esercizi.

A livello tecnico troviamo un display touch a colori, il sensore HRM ottico con tecnologia PurePluse, il controllo dei passi compiuti, della distanza percorsa e delle calorie bruciate il tutto con una batteria con un’autonomia di circa 5 giorni. Sono disponibili il monitoraggio del sonno, il controllo della musica, la ricezione delle notifiche e la personalizzazione del cinturino e watchfaces.

blaze quale comprare

Durante l’utilizzo il Fitbit Blaze è un ottimo dispositivo. Si sente l’assenza del sensore GPS, ma non ha nulla da invidiare ad altri dispositivi per quel che riguarda il monitoraggio dell’allenamento.

Scopri la recensione completa del Fitbit Blaze

La principale rivale del Fitbit Blaze è l’Apple Watch Serie 2


Un professionista per corridori e ciclisti: Fitbit Surge

recensione fitbit surge

L’abbiamo lasciato tra gli ulitmi , ma è un fitness tracker di tutto rispetto: stiamo parlando del Fitbit Surge. È un dispositivo consigliato per corridori e ciclisti perché offre una panoramica completa  delle rilevazioni per questo tipo di discipline. Vecchiotto si, ma al momento del suo lancio circa un anno e mezzo fa era il migliore disponibile sul mercato.

È un dispositivo comodo, funzionale ed elegante sul quale troviamo un display OLED monocromatico, molto piccolo ma facilmente leggibile per consultare l’orario, la distanza percorsa, le calorie bruciate, la frequenza cardiaca e i passi compiuti. Il controllo dell’attività fisica è ottimo come tutti i dispositivi Fitbit.

È consigliato per i corridori e i ciclisti perché permette di consultare in tempo reale quanto si sta svolgendo in allenamento con una modalità dedicata al running ed al cycling. Ottimo è anche il lavoro svolto dal sensore HR che monitora costantemente la frequenza cardiaca e riconosce in automatico quando si sta dormendo (monitorando l’attività di riposo) e i valori da raccogliere durante gli allenamenti in palestra. Anche qui il valore aggiunto è quello fornito dall’applicazione con metriche e grafiche ottimali con il resoconto della propria attività fisica.

Fitbit Surge

Il Fitbit Surge è ideale per chi vuole iniziare ad allenarsi in maniera regolare, ma anche per coloro che già sono avviati nelle rispettive discipline. Il Surge fa dell’eleganza uno dei suoi punti di forza senza rinunciare alla garanzia di affidabilità e professionalità. Anche per quel che riguarda la batteria il Fibit Surge non delude, garantendo un’autonomia di circa 4 giorni anche utilizzandolo in maniera continuativa.

Scopri la recensione completa del Fitbit Surge

Il rivale del Surge è il Fitbit Blaze perché incorpora tutte le caratteristiche del Surge ma con il GPS da smartwatch invece che da standalone.


Il miglior Fitbit per nuotatori: Flex 2

nuotare con fitbit

Il nuovo Fitbit Flex integra tutte le caratteristiche che vorremmo da una smartband semplice e funzionale. Troviamo infatti i passi, le calorie, i minuti di attività, e sleep tracking per la notte. Il Flex 2 beneficia anche della tecnologia SmartTrack della Fitbit che riconosce automaticamente l’allenamento ed inizia a monitorare l’attività con la modalità sport riconosciuta automaticamente. Ci sono molte modalità sport tra cui camminata, corsa, ciclismo ed allenamenti aerobici e naturalmente la modalità piscina per il nuoto che permette di registrare gli allenamenti in vasca, in particolare distanza e calorie.

Il suo punto primato è quello di essere la prima smartband della Fitbit ad essere veramente swim-proof ovvero adatta per l’utilizzo intensivo in piscina, senza preoccuparsi dell’acqua. Non solo la nuova versione è il 30% più piccola del primo Flex, per lasciare più libero e leggero il polso mentre si nuota, ma registrare automaticamente appena inizieremo a nuotare. Attenzione però perché i dati sull’allenamento in vasca dovranno poi essere ridefiniti e settati sull’app di Fitbit  sulla piattaforma per ottenere i migliori risultati.

Recensione completa Fitbit Flex 2

Per i nuotatori, un’altra valida alternativa per un tracker da piscina è il Moov Now

 


Non solo smartwatch: One e Zip

fitbit one

Fitbit non è solo smartwatch, ma anche dispositivi utili a monitorare il sonno e l’attività fisica, in maniera sobria e leggera, senza rinunciare alla ricerca della perfezione della precisione nelle misurazioni. Nello specifico stiamo parlando di Fitbit One e Fitbit Zip.

Il Fitbit One e il Fitbit Zip sono dei piccolo dispositivi, una sorta di accessori, che si possono attaccare (e nascondere) all’interno della tasca, sulla cintura dei pantaloni, nel reggiseno o sulla camicia o in un qualsiasi altro punto del proprio vestiario. Sono dei tracker molto potenti, nonostante le dimensioni ridotte, sui quali leggere l’orario e tutti i movimenti che vengono compiuti. Con la pressione di un unico pulsante si scorre all’interno dei menu per visualizzare le varie misurazioni. Il Fitbit One e il Fibit Zip lavorano anche di notte mentre stai dormendo e inviano tutti i dati all’app sulla quale controllare tutto quello che il dispositivo ha registrato.

 

 

fitbit zip

Per entrambi non c’è bisogno di collegarli al pc o allo smartphone in quanto comunicano tramite wireless. Infine, una delle peculiarità maggiori di questi dispositivi è l’autonomia della batteria: per il Fitbit One arriviamo fino a 14 giorni, mentre per il Fitbit Zip la batteria non è ricaricabile ma va sostituita ogni 6 mesi.

Recensione Fitbit Zip

Recensione Fitbit One

Conclusioni

In questa guida abbiamo analizzato e confrontato tutti i principali modelli Fitbit passati e presenti. I futuri indossabili dell’azienda saranno inseriti nella guida ad ogni aggiornamento, se, come i precedenti, si dovessero guadagnare il nostro apprezzamento e quello di moltissimi altri sportivi ed amanti di tecnologia wearables.

E tu quale indossabile Fitbit hai scelto? Ne hai qualcuno da consigliare ? Scrivilo nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *